Mc Donald’s cambia immagine: non vendiamo spazzatura

mcdonald

Il fast food più famoso al mondo tenta di rifarsi il look e scrollarsi di dosso l’etichetta di venditore di junk food.

La prima mossa in questo senso è stata quella di organizzare una cena a New York, nel quartiere Tribeca, in occasione della quale sono stati ospitati giornalisti e blogger e serviti piatti dei classici menù della catena cucinati da chef famosi.

L’intento dell’azienda è quello di trasformare l’esperienza culinaria passando dal concetto di “fast food” a quello di “good food served fast” (“buon cibo servito velocemente”). I

Questa non è l’unica iniziativa del genere. Nell’ultimo anno e mezzo l’azienda ha introdotto la possibilità di sostituire i bianchi d’uovo nei sandwich per la colazione. E lo scorso autunno ha annunciato l’intenzione di offrire l’insalata come contorno in alternativa alle classiche patatine fritte. Nei prossimi mesi, inoltre,  i più piccoli potranno chiedere nel loro Happy Meal anche mandarini o altra frutta.

Basterà tutto questo a far cambiare opinione alla gente? Si vedrà!

Lascia un commento

(Non sarà pubblicata)
(compreso http://)


4 + = otto

Attenzione: Puoi usare solo questi tag html:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>